Presentato alla Camera dei Deputati un ulteriore DDL di disciplina del settore funerario

L’onorevole Daniela Gasparini e l’onorevole Ezio Casati, ambedue PD, sono firmatari di una proposta di legge, presentata alla Camera, il 19 giugno 2015, “Disciplina delle attività funerarie, della cremazione e della conservazione o dispersione delle ceneri” (3189).
Il testo, che Federcofit afferma essere da lei condiviso, è abbastanza innovativo per quanto concerne la natura dell’attività funebre, che non sarebbe più nell’alveo dell’attività commerciale ma verrebbe collocata tra “attività intrinsecamente fondate sullo svolgimento di servizi di interesse pubblico (attività di pubblico servizio) e funzionali ad garantire alle famiglie adempimenti di natura igienico sanitaria (osservazione della salma, trasporto funebre ecc.).”


E conseguentemente con la “necessità di contemperare la filosofia della concorrenza (propria per ogni attività imprenditoriale) con altri principi idonei a garantire la qualità di servizi efficaci e rispondenti alle funzioni svolte (obbligatoriamente) dall’impresa funebre, a garanzia delle famiglie utenti.”
In sostanza l’attività funebre verrebbe vista come una sorta di “farmacia dispensatrice di servizi funebri”, con una ripartizione territoriale limitata (1 attività funebre ogni 15.000 abitanti) definita da un Pianta organica stabilita da ogni Comune.
Maggiori elementi potranno aversi dalla valutazione del testo, non ancora presente sul sito della Camera, ma che era in distribuzione al VI congresso di Federcofit.
Resta da vedere come la prenderanno la Confartigianato Imprese, che in recente audizione si è schierata a favore della piena liberalizzazione del settore funebre e la Feniof, che è molto attenta a non scoprire le proprie mosse per non perdere altri associati, ma che nei propri documenti è sempre stata a favore della libertà d’impresa.
ASNAF nella recente audizione alla Commissione XII del Senato, sull’AS1611, continua a sostenere il provvedimento e i meccanismi di regolazione di mercato ivi individuati. Nelle prossime settimane verranno ascoltate altre Associazioni.

 

Articolo scritto da Agenzia Funebre La Rinascente – Onoranze Funebri di Pescara

Lascia un commento