Prezzi massimi per la cremazione dal 1º gennaio 2018

Con circolare di p.n. 903 del 04/10/2017 la FederUtility SEFIT ha reso noti i nuovi limiti per le tariffe di cremazione e dispersione ceneri in cimitero che entreranno in vigore dal 1° gennaio 2018 (con aliquota IVA, laddove applicabile, al 22%).

I valori che saranno operativi dal 1 Gennaio 2018 vedono un incremento medio di circa due punti percentuali. Le cifre anche se confermate potrebbero subire una piccola variazione, in virtù del riallineamento dell’inflazione programmata con quella reale.

Allo stato attuale comunque nell’anno 2018 il costo massimo per la cremazione di un corpo è di Euro 621.06 iva compresa. Le tariffe indicate di seguito rappresentano il prezzo massimo che un crematorio può richiedere alla famiglia e non hanno a che fare con il servizio funebre.

Di seguito la tabella con le tariffe aggiornate:

 

Anno 2018

 

Imponibile

 

IVA (22%)*

 

Totale

Cremazione di cadavere

509,03

111,99

621,02

Cremazione di resti mortali

407,23

89,59

496,82

Cremazione di parti anatomiche riconoscibili

381,78

83,99

465,77

Cremazione di feti e prodotti del concepimento

169,68

37,33

207,01

Dispersione di ceneri in cimitero

205,67

45,25

250,92

* IVA nel caso in cui sia applicabile, cioè laddove non vi sia una esenzione oggettiva o soggettiva.

Anche il 2017 si è chiuso con una forte ascesa nel ricorrere alla cremazione. La Rinascente offre servizi completi di cremazione con un listino consultabile qui: Listino servizio funebre completo.

Articolo scritto da Agenzia Funebre La Rinascente – Onoranze Funebri di Pescara

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.